L' Amarone , il più prestigioso tra i vini Veronesi, è il risultato di un procedimento che unisce tre importanti attori: la vigna, il fruttaio e la cantina. 

Cinque sono i vitigni coinvolti per la produzione di questa eccellenza italiana: la Corvina veronese, varietà nobile (la percentuale varia dal 45 al 95%) per struttura, aromi e morbidezza, il Corvinone per complessità aromatica, la Rondinella (da 5 al 30%) per colore e sapidità, la Molinara per freschezza, e l’Oseleta per colore e struttura. Altri vitigni locali (come ad esempio Negrara, Forsellina, Dindarella, Rossignola …) possono essere usati in una percentuale minore.

Raccolta e Appassimento

La selezione in vigna prevede la raccolta a mano dei grappoli più spargoli (così non ci sarà ristagno di umidità fra acino e acino durante l’appassimento e si eviterà la comparsa di muffe).

I grappoli vengono riposti quindi sulle tradizionali “arele” (ripiani di canna palustre) o in cassettine di legno o plastica all’interno dei fruttai. Il periodo di appassimento dipende dall’andamento climatico dell’annata e generalmente si protrae almeno fino alla metà di dicembre”. Questo processo chiave viene controllato meticolosamente per evitare la comparsa di muffe dannose o di ottenere vini troppo concentrati, alcolici e sgraziati.

Durante l’appassimento l’uva perde almeno la metà del proprio peso, il livello di acidità si abbassa, la relazione tra fruttosio e glucosio si modifica, i polifenoli diventano maggiormente concentrati e la glicerina aumenta. Solo dopo questa fase di appassimento avviene la spremitura e la vinificazione

L’Amarone viene solitamente affinato per almeno 2 anni che diventano 4 per le riserve, tempi largamente superati da tutte le famiglie

La filosofia dell'attesa

Le Famiglie Storiche sono unite nella “filosofia dell’attesa” per affinare l’Amarone fino al raggiungimento della giusta maturazione per ottenere un vino strutturato, con grande equilibrio e armonia, un vino dalla storia lunga e straordinaria.

L’Amarone è un vino che sa sorprendere. Prodotto da uve appassite, nel calice regala un risultato inaspettato: inizialmente conosciuto come vino da meditazione, si abbina bene ai piatti della nostra tradizione, ma sa accompagnare con precisione e sicurezza tutti quei piatti che hanno nella complessità e la profondità gustativa la loro identità e, perché no, si può tranquillamente sbicchierare.

FamiglieStoriche_logo_new-1015x1024(1)

Ogni Amarone prodotto rispecchia la personalità di ciascuna
famiglia e di ciascuna azienda